2

Alunno pugnala professore di musica in classe.


E' successo a Chioggia.
Un alunno di 13 anni ha pugnalato il suo insegnante di musica in classe durante una lezione, conficcandogli un coltello da cucina nella schiena.

Poi ha dichiarato: "Volevo suonare la chitarra e lui insisteva con il violino".

Che c'è da commentare?

Voglio solo dire che ai miei tempi quando il mio prof. mi rimproverava, tornavo a casa e mia madre mi "dava il resto".
Oggi invece se un insegnante si azzarda solo a dire "ti boccio", si chiamano subito gli avvocati, o peggio, si risponde con la violenza.

Il Mortificatore vi fa una previsione: fra non molto anche in Italia assisteremo a una strage americana del tipo... ragazzo entra in aula e spara all'impazzata... è solo una questione di tempo.

Spero di sbagliarmi.

Comments :

2 commenti to “Alunno pugnala professore di musica in classe.”
Mauri ha detto...
on 

Ciao Mortificatore, ho letto e sentito di questa vicenda e ti dico i tempi sono assolutamente cambiati, non esiste più quel distacco ke c'era una volta tra alunno e professore. Avvolte la mia ragazza(è una prof) torna a casa scandalizzata per l'atteggiamento di alcuni suoi alunni maleducati,di ki è la colpa allora? Delle famiglie ke nn sanno educare al rispetto verso il prossimo e sopratutto verso un educatore, secondo me è questo, l'educazione prima di tutto e nn portarsi i coltelli da casa per far vedere al prof ki comanda, ma per favore!

lella ha detto...
on 

sono pienamente d'accordo con te ;troppe cose son cambiate ed i docenti non hanno + alcun potere nè sugli alunni,nè sulle famiglie.
Ci identificano come educatori quando di educare non ci danno nessuna possibilità.
L'altro giorno ho rimproverato un alunno xkè ,a 9 anni,aveva falsificato la firma dei genitori sul diario.
Giustamente i genitori lo hanno difeso (xkè non hanno tempo di guardare il diario,quindi fa nulla se firma il bambino) ed anzikè kiedere a me come sono andate le cose,sono andate a parlare con il dirigente il quale li ha gentilmente "rimandati" a casa.........
non se ne può + :-(((((
Lella

Posta un commento