4

Rapelay: lo stupro è un gioco da ragazzi


La "Illusion", una casa produtrice di videogames nipponica, ha avuto la brillante idea di mettere in commercio "Rapelay" (da rape + replay, ovvero "stupro ripetuto"), un "gioco" che consiste in un vero e proprio simulatore di stupri.
Si, avete letto bene.
Segui una bella ragazza alla fermata dell'autobus o in altre circostanze, ti avvicini, la palpi, le strappi i vestiti e la violenti con tanto di lacrime, urla e lamenti vari della povera vittima.
Qualcuno dice anche che questo "gioco" avrebbe una certa funzione sociale... ovvero, le ragazzine, potrebbero capire quali sono le situazioni da evitare per non trovarsi in quelle condizioni di pericolo di violenza sessuale.
Inizialmente questo "gioco" era stato destinato solo al mercato giapponese, ma fra Amazon, Ebay e i programmi per condivisione file, in poco tempo il simpatico "passatempo" sta arrivando ovunque.
Associazioni varie hanno tentato di farlo bandire almeno dai siti di acquisti online, ma per ora hanno perso questa battaglia.
Il dibattito in giro per la rete è duro e molto acceso.
E' solo un gioco o no?
E perchè allora non censurare anche gli altri giochi violenti con uccisioni brutali, quelli di guerra, quelli di mafia... etc.etc.?
Ma perchè i giapponesi hanno sempre queste idee così bizzarre sul sesso e dintorni?
Dove finisce il divertimento e inizia il cattivo gusto?
E' possibile che nessuno abbia pensato che, nonostante i divieti, questo gioco possa finire anche nelle mani di minorenni esaltati sovraeccitati?

E' vero che molta gente si diverte molto con i videogame violenti e poi nella vita reale non farebbe male ad una mosca, ma...

il Mortificatore si chiede...

...e se la figlia di uno di questi programmatori di "Rapelay" un giorno venisse violentata proprio da un teenager che si è esercitato sul gioco creato da suo padre? Come si sentirebbe quest'uomo?

Sui tanti dubbi che questa notizia mi ha portato, una certezza ce l'ho...

Io torno a giocare a Pac-man, così al massimo avrò voglia di acciuffare e distruggere i miei fantasmi intrappolato nella mia vita-labirinto.

Comments :

4 commenti to “Rapelay: lo stupro è un gioco da ragazzi”
emma ha detto...
on 

Ai video game di tutti i tempi continuo a preferire le pillole del mortificatore...dovremmo poter commentare anche quelle!!!

Mauri ha detto...
on 

mamma mia, brividi, i giapponesi sono repressi riguardo al sesso e molto spesso(molto!!!) esagerano con troppo cattivo gusto! Secondo me, questi tipi di giochi non servono sensibilizzare e far stare attenti le ragazzine ma bensì a sovraeccitare poveri menti malate, come se c è ne fosse bisogno! Un saluto al Mortificatore. E pubblicizzate il blog mi raccomando!

Anonimo ha detto...
on 

che tristezza!!! ma cos'è l'uomo se gli piace questo tipo di violenza??? E soprattutto è possibile che la violenza stia diventando un vanto???

if

Pippo ha detto...
on 

Mi chiedo con quale coraggio si possa mettere in commercio un prodotto come questo.
Sfido che poi ci sono tanti episodi di violenza sulle donne.

Posta un commento